Praticare lo yoga a casa

Le pratiche orientali come lo yoga sono sempre più diffuse. Giorno dopo giorno un numero sempre maggiore di persone al mondo si avvicina a queste discipline. Hanno dimostrato di dare un grande contributo alla salute fisica ed emotiva, ed è per questo che continuano a ottenere nuovi sostenitori. Tuttavia, molte persone si chiedono come praticare lo yoga a casa, visto che non hanno il tempo o la flessibilità per farlo in altri spazi.

È tutta una questione di organizzare e pianificare correttamente l’attività. Praticare lo yoga a casa è un’eccellente idea perché potete programmare voi stessi gli orari in base alla vostra disponibilità in termini di tempo. Inoltre, risparmiate i soldi dei corsi ed evitate spostamenti a volte fastidiosi.

Consigli per praticare lo yoga a casa

1. Creare uno spazio confortevole

Trovate un luogo confortevole e tranquillo, dove non vi saranno interruzioni. È molto importante che sia uno spazio gradevole, poiché è uno degli aspetti che facilita la pratica dello yoga a casa. Avrete bisogno di un tappetino da yoga e vestiti comodi.

È meglio stabilire un orario specifico per ogni sessione. Ciò contribuisce a creare una maggiore disposizione verso l’attività. Inoltre, è essenziale connettersi con la propria coscienza profonda e sottolineare l’intenzione di eseguire la pratica dello yoga a casa. Se non si pratica lo yoga con il cuore, non è possibile trarne profitto.

2. Definire le caratteristiche dell’attività

Nello yoga non ci sono formule. Tutto deve adattarsi alla singola persona e alla singola sessione. Ci sono vari livelli e ciascuno deve essere consapevole del grado di evoluzione che ha raggiunto. Pertanto, è necessario progettare e pianificare in prima persona ogni sessione.

In ogni caso, si consiglia di mantenere piena attenzione nei confronti dell’attività e ascoltare sempre quello che vi dice il corpo. La sessione deve essere gradevole, non bisogna sforzarsi. Detto questo, quando si è principianti si sconsiglia di mantenere la stessa posizione per più di 30 secondi. E potrebbe essere più utile iniziare con sessioni di mezz’ora.

3. Tenere un diario

Per praticare lo yoga a casa, niente di meglio che tenere una diario quotidiano di ciò che accade nella sessione. È importante annotare come ci si sente prima, durante e dopo aver fatto yoga. Quali difficoltà trovate e cosa vi dice il vostro intuito sugli effetti che questa pratica ha sul vostro corpo e sulla vostra mente.

Segnatevi anche le posizioni eseguite, il tempo dedicato a ciascuna di esse e i segnali inviati dal corpo mentre le eseguite. È un modo per mantenere il controllo sulla pratica, ma anche per individuare tutti i progressi che ottenete.

4. Assimilare progressivamente la novità

Ogni nuova posizione richiede una grande attenzione. Non provate finché non avete la piena sicurezza di sapere come eseguirla. Guardate attentamente, analizzate e procedete con calma. Se possibile, completatela solo gradualmente, non tutta in una volta. Siate sensibili a ciò che il vostro corpo manifesta. Se ci sono disagi o difficoltà, non proseguite. Valutate.

È conveniente conoscere diversi stili per praticare lo yoga a casa. Ci sono innumerevoli video su internet che ne mostrano le differenze. A volte il progresso non viene fatto semplicemente perché lo stile non è il più appropriato noi. Cambiarlo potrebbe essere molto semplice.

5. Respirare, rilassarsi e meditare

Praticare lo yoga a casa deve essere un’attività completa. Ciò significa che dovreste incorporare diversi elementi di meditazione. Il primo è la respirazione che serve da ancoraggio iniziale per la sessione. Se vi concentrate sulla respirazione, presto sarete in grado di connettervi pienamente con il momento presente.

È conveniente rilassarsi sia prima che dopo la sessione di yoga. L’obiettivo finale è rafforzare la meditazione, che è l’asse di tutto. Non è facile e viene raggiunto solo con il tempo e la perseveranza.

In definitiva, l’obiettivo è creare uno spazio per sentirci meglio con noi stessi. La cosa più importante, dunque, è che tutto sia volontario e che lo facciate con il miglior atteggiamento e con motivazione. Chi fa yoga a casa o altrove sa bene che i benefici sono meravigliosi. Ed è così che ogni pratica dovrebbe essere: meravigliosa.

Forza mentale per vincere nello sport e nello studio

Il modo più veloce ed efficace per aumentare le tue performance in ogni prova, fisica o mentale è migliorare la qualità del tuo pensiero.

Questo è vero specialmente nello sport ma anche nelle sfide che la vita di tutti i giorni ti potrebbe presentare come ad esempio: un colloquio di lavoro, un interrogazione, tenere un discorso davanti ad un pubblico numeroso, etc…

La tua capacità di concertazione, le tue convinzioni, le tue emozioni e la tua sicurezza giocano un ruolo fondamentale per sostenere con costanza e decisione qualsiasi allenamento fisico o mentale a cui vuoi sottoporti. Vincere una sfida sportiva, sostenere un esame scolastico, un colloquio di lavoro richiedono le stesse abilità mentali.

Queste capacità sono molto utili durante l’allenamento ma diventano estremamente importanti durante la prova, al punto che spesso fanno la differenza tra il successo ed il fallimento.

Se ti prepari ad affrontare una gara sportiva l’allenamento fisico è necessario per sviluppare la muscolatura e la tecnica di gioco allo scopo di arrivare ad un livello sufficiente per competere. La mente preparata permette di mantenere la costanza ed il controllo necessari per ottenere il massimo dal tuo allenamento.

In seguito, durante la gara, ottieni i migliori risultati grazie ad una mente pronta e concentrata ovvero “allenata” al successo.

8 strategie mentali per migliorare le tue performance in ogni settore delle tua vita.

I metodi per migliorare tua forza mentale ti permettono di ottenere più risultati da quello che fai e ti portano a farlo con più soddisfazione e perché no? Con maggior divertimento.

Occorre che tu applichi queste abilità mentali il più spesso possibile e con costanza.

Per qualcuno i risultati potranno essere immediatamente riconoscibili per altri occorrerà più tempo, dipende dal livello di sviluppo o debolezza del tuo “muscolo” mentale.

Non avere fretta di ottenere risultati, ma continua a praticare con costanza il metodo qui di seguito esposto.

E’ vero che i metodi sono 8 ma questi sono interconnessi l’uno con l’altro tanto da poter sembrare un unico metodo.

Separa l’autostima dal risultato delle tue sfide.

Se basi il tuo valore come persona secondo il risultato delle sfide che affronti, ti sentirai in obbligo di raggiungere sempre la perfezione ed è molto probabile che la pressione a cui ti sottoponi danneggerà le tue performance ed aumenterà sempre di più il tuo livello di frustrazione.

Il timore che i risultati possano essere inferiori alle aspettative ti scoraggerà dall’affrontare nuove sfide. Tutte le volte che ti alleni ti sentirai in obbligo di raggiungere la perfezione per non danneggiare la tua autostima e quando non ci riuscirai la frustrazione ti toglierà l’entusiasmo e la voglia di continuare. I miglioramenti ottenuti da un percorso di allenamento si misurano in tempi lunghi, non permettere che qualche giornata negativa affligga la tua autostima od il tuo entusiasmo. Separa l’immagine che hai di te dal risultato delle prove che affronti nella vita, così potrai anche tentare nuove esperienze senza il timore di danneggiare il tuo ego per non aver raggiunto i risultati sperati. Questa separazione ti permette di affrontare le sfide con meno ansia e meno pressione psicologica ma con più concentrazione e anche divertimento poiché vincere o perdere non sarà più così importante come aver affrontato con metodo, costanza e concentrazione il cammino che ti ha condotto ad affrontare la sfida che hai scelto.

Allarga la tua “confort zone”

Per ottenere miglioramenti stesso occorre uscire dalla propria “zona di confort” ovvero da quella zona mentale in cui pensi di poter ottenere risultati senza troppo sforzo.

Affronta quelle sfide che pensi siano specialmente difficili per te in quanto ti richiedono un impegno fisico o mentale a cui non sei abituato. Prova ad imparare a ballare, a scalare una parete di roccia, a dipingere, a suonare uno strumento a parlare in pubblico, a cantare; a cimentarti in quelle cose che ti intimidiscono o suscitano la paura di fare brutta figura o non riuscire. Affrontando e superando paura dell’imbarazzo, di fallire e di subire critiche puoi espandere le possibilità di fare nuove esperienze e fare qualcosa che ritenevi impossible a causa dei limiti mentali che ti imponevi.

Aumenta la tua sicurezza

La tua sicurezza dipende dai pensieri che più spesso si presentano nella tua mente. Continuare a ripensare: agli insuccessi, ai momenti di imbarazzo, a quando non hai raggiunto i risultati che ti aspettavi, diminuisce la tua sicurezza interiore e ti espone al fallimento.

Al contrario visualizzarti vincente, pensare ai progressi fatti in passato ed alle prove superate danno una notevole spinta positiva alla tua autostima. La maggior parte delle persone ha la tendenza a focalizzarsi sulle cose negative e dimentica quelle positive. E’ senz’altro utile analizzare le esperienze negative del passato per capire dove hai sbagliato ma una volta ottenuta la risposta si possono pure “cestinare” e dimenticare perché non hanno più nulla di positivo da darti ma possono solo danneggiare la tua sicurezza.

Circondati di persone positive

Scegli i tuoi “compagni di avventura” tra le persone più motivate e positive o piuttosto allenati o studia da per conto tuo. Le persone che ti circondano producono un clima che può essere favorevole o sfavorevole al raggiungimento dai risultati che stai cercando di ottenere. Continue lamentele, cinismo, negatività, che tu te ne renda conto o no, ti tolgono forza e determinazione diminuendo le tue possibilità di successo.

Circondati di persone positive, creative e volte alla ricerca di soluzioni piuttosto che di persone negative che sottolineano problemi e difficoltà.

L’entusiasmo, la motivazione ed il supporto psicologico che solo alcuni individui riescono a trasmettere può spingerti a raggiungere anche risultati che non ti aspettavi.

Valuta i rischi in anticipo

Valuta in anticipo i rischi che comporta un’attività che stai per intraprendere e decidi responsabilmente se affrontarli subito o rimandare la prova. Essere ben informati sulle difficoltà e sulla possibilità di subire traumi praticando uno sport oppure di subire frustrazioni praticando un attività intellettuale ti permette di prendere delle precauzioni o le azioni più adatte a limitare gli eventuali danni.

Sii felice comunque vadano le cose

La paura di ottenere un risultato inferiore alle aspettative e di esporti alle critiche altrui può farti rinunciare troppo presto ad un impresa che richiede dedizione, pazienza ed impegno per essere compiuta con successo. Il giusto atteggiamento ti permette di ottenere risultati anche superiori alle aspettative. E’ importante trarre piacere dall’attività che stai svolgendo e non rimandare la propria felicità sono a risultati ottenuti.

Ama quello che fai senza porti condizioni, fai si che il tempo speso per l’attività che hai scelto ti dia gioia e soddisfazione indipendentemente dal risultato finale ottenuto.

Concentrati solo su quello che puoi controllare

Non perdere tempo preoccupandoti di quello che non puoi controllare. Lamentarsi di quello che è fuori dal tuo controllo non fa altro che aumentare ansia, rabbia, incertezza e crea distrazione. Rimani sereno, focalizzato sulle tue capacità e pronto ad esprimere il meglio appena si presenta l’occasione di farlo. Un colloquio di lavoro rimandato all’ultimo momento, una falsa partenza durante una gara sportiva, il giudizio sbagliato di un arbitro, il ritardo di un mezzo pubblico, sono esempi di situazioni che ti possono distrarre, aumentare il tuo livello di stress e rovinare la tua giornata o le tue possibilità di vincere una gara o superare una prova. Evita di perdere tempo ed energia a pensare quanto questi eventi ti rendano la vita difficile e concentrati su quello che puoi fare per ottenere risultati positivi nonostante queste difficoltà.

Affronta le sfide nel modo giusto

Che si tratti di una gara sportiva o una prova dove conta soprattutto l’intelletto come ad esempio: un colloquio di lavoro, tenere un discorso in pubblico, recitare a teatro, sostenere un esame etc.. I consigli che seguono ti aiuteranno ad utilizzare la tua mente per ottenere vantaggi e non distrazioni.

Rilassa il tuo corpo e la tua mente.

Rallenta la tua respirazione, espirando concentrati sul lasciar andare lo stress ed inspirando aumenta la tua forza interiore, rilassati sempre più dopo ogni respiro.

Pianifica e dividi il tuo allenamento o la tua prova in piccoli passi

Crea un piano di lavoro per il tuo allenamento, dividilo in piccole parti e quando ti alleni o ti prepari concentrati ogni volta si una singola parte. Fai la stessa cosa quando devi affrontare una lunga prova. Si ottengono migliori risultati concentrandosi sul presente piuttosto che continuando a pensare al futuro, a come reagirai se vinci o perdi oppure a quali risultati devi raggiunge fra due mesi e come ti sentirai se non li raggiungi.

Utilizza le tue sensazioni come un indicatore

Il dolore ai muscoli quando ti alleni, la concentrazione quando studi sono indicatori che ti stai impegnando nel modo giusto. Impara a distinguere le sensazioni che indicano dolore positivo come ad esempio quello muscolare durante o dopo l’allenamento da quello negativo alle giunture, ai legamenti etc.. Nello studio distingui le sensazioni che provi quando studi con profitto da quelle che provi ad esempio per mancanza di sonno. Impara ad ascoltare il tuo corpo ed a riconoscere le sensazioni che ti aiutano a migliorare da quelle che possono anticipare un trauma o diminuire la qualità del tuo allenamento.